KING OF THE MUSIC

(Collezione privata – Sen-Dai, Japan) (Private Collection – Sen-Dai, Japan)

 

Le forme tonde di una cassa armonica.

Due manici che, in direzioni opposte, stanno quasi a rappresentare l’evoluzione che dal liuto ha portato alle Stratocaster. C’è qualcosa di divino nella musica; parte da uno strumento e si espande come una supernova.

I cerchi concentrici sono la rappresentazione canonica dell’energia e il giallo, luce e calore, è mosso dalle onde che si espandono nell’universo. Onde irregolari, tridimensionali, eppure così armoniche

Piccoli  punti neri, indispensabili chiavi di accordatura che solo un vero re può toccare, per rinnovare nel tempo l’armonia e dominare il miracolo della musica.

.

The round shapes of a sound box.

Two handles that, in opposite directions, are almost representing the evolution that led from the lute to the Stratocasters. There is something divine in music; it starts from an instrument and expands like a supernova.

The concentric circles are the canonical representation of the energy and the yellow, light and heat, is moved by the waves that expand in the universe. Irregular, three-dimensional waves, but yet so harmonious

Small black dots, indispensable tuning keys that only a true king can touch, to renew harmony over time and dominate the miracle of music.

 

Click sull’opera per formato a schermo pieno / Click on the picture for full screen size

Pin It on Pinterest

Share This

Share this post with your friends!